Debutta il bike sharing, ecco la mappa dei parcheggi

Ma le bici si possono lasciare anche nelle normali rastrelliere e nei posti consentiti

E’ in funzione da oggi il bike sharing a Firenze. Il servizio, gestito dalla cinese Mobike, parte con le prime 500 biciclette – riconoscibili dalle ruote arancioni – che poi diventeranno 4mila. Il sistema del “flusso libero” non prevede stazioni di sosta obbligate per le bici, che possono essere lasciate in qualsiasi spazio dove la sosta non sia vietata. Si possono ovviamente parcheggiare in una rastrelliera tradizionale, ma senza legarle naturalmente: hanno un loro sistema di bloccaggio, inoltre il sistema gps rileva gli spostamenti che avvengono senza che vi sia stato il noleggio e fa scattare un allarme antifurto. Tuttavia l’amministrazione comunale ha deciso di predisporre una serie di spazi riservati alla sosta del bike sharing, iniziando con una cinquantina di zone che poi diventeranno 130 nelle prossime settimane. Solo nelle aree pedonali è obbligatorio lasciare le bici in questi appositi spazi.
Il noleggio di Mobike funziona tramite una app da scaricare sul telefonino, con la quale si può trovare la bici più vicina e magari prenotarla, pagare, sbloccare il lucchetto. Per il periodo di lancio sono previste tariffe promozionali sia per la quota di utilizzo sia per la quota di deposito: la tariffa base di utilizzo per un periodo di 30 minuti è di 30 centesimi (che poi diventeranno 50); il deposito è di 1 euro (che poi sarà portato a 50 euro). Saranno disponibili modalità di abbonamento che prevedono formule mensili, trimestrali, semestrali e annuali. Previsto un sistema premiante per cui gli utilizzatori attenti riceveranno sconto sulle tariffe, mentre quelli “meno corretti” verranno penalizzati fino alla cancellazione dell’abbonamento.
Intanto stamani la giunta Nardella si è cimentata in una staffetta di prova del servizio: qua la tappa dell’assessore Giovanni Bettarini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *