Attentato di Capodanno, la polizia arresta cinque anarchici

Sono accusati di tentato omicidio. Nell’esplosione rimase ferito un artificiere

La polizia ha arrestato cinque anarchici per l’attentato di Capodanno a Firenze, quando nell’esplosione di un ordigno rimase ferito l’artificiere Mario Vece, che ha perso un occhio e una mano. Il blitz condotto dall’Antiterrorismo e dalla Digos fiorentina è scattato stamani. L’accusa nei confronti degli anarchici è di tentato omicidio. La bomba era stata collocata in via Leonardo Da Vinci, tra le maglie della saracinesca della libreria “Il Bargello”, vicina agli ambienti di Casapound e della destra fiorentina. L’ordigno aveva un timer ed esplose durante il primo sopralluogo dell’artificiere che si era appena avvicinato dopo aver notato l’involucro inserito nella serranda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *