L’assassinio di Versace diventa fiction

ll tanto atteso debutto è fissato per il  17 gennaio negli Usa e il 19 in Italia, su FoxCrime della serie incentrata sull’assassinio di Gianni Versace, ucciso a colpi d’arma da fuoco la mattina del 15 luglio 1997.

Ancora non è in onda ma la famiglia Versace non ci sta e dirama subito un comunicato:

“La famiglia Versace non ha né autorizzato né è stata coinvolta in qualsiasi modo nell’imminente serie sulla morte del Signor Gianni Versace. Dato che la famiglia Versace non ha autorizzato il libro su cui è parzialmente basata e non ha preso parte alla stesura della sceneggiatura, la serie non può che essere considerata un’opera di finzione. “

La Famiglia dello stilista prende le distanze dalla serie dove secondo
lei  si parla spettacolarizzando della morte del loro congiunto.
La storia è tratta dal libro “Vulgar Favor” di Maureen Orth
La famiglia Versace, come riporta il Hollywood Reporter, vuole che gli spettatori sappiano che la serie dovrebbe essere considerata solo un’opera di finzione aggiungendo che la storia è stata sensazionalizzata e che si basa su dicerie di seconda mano.Il libro sempre secondo la famiglia e pieno di pettegolezzi e speculazioni.
L’ autrice non ha mai ricevuto nessun tipo di informazioni dalla famiglia Versace e non ha basi per fare affermazioni sulla vita intima di Gianni Versace.
La serie in nove episodi è interpretata da Édgar Ramírez e Penélope Cruz nei panni dei fratelli Versace, Gianni e Donatella, mentre la popstar Ricky Martin e Darren Criss interpretano Antonio D’Amico, il fidanzato di Gianni, e l’assassino Cunanan.
Questo il trailer della serie Tv
https://m.youtube.com/watchfeature=youtu.be&v=_ZT5dLTzTx8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *