29 Settembre

Oggi, 29 Settembre, tutti gli amanti della musica italiana e in particolare di Lucio Battisti sanno che giorno è. “29 Settembre”  è la terza canzone che il cantautore ha fatto in collaborazione con Mogol, portata al successo dall’Equipe 84 nel marzo del 1967. 

Ma quale è il significato di questa canzone? Scopriamolo insieme!

Il brano nacque come una vera e proprio sperimentazione, infatti l’idea iniziale fu quella di avvicinarsi stilisticamente parlando al mondo della psichedelica, che in quegli anni aveva fatto il boom negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Anni dopo Lucio scelse di rifare il brano utilizzando una dimensione onirica, soprattutto per il cambiamento dei tempi e del gusto del pubblico. Il risultato finale fu il capolavoro che conosciamo oggi.

La scelta della data “29 settembre” è la data di nascita della moglie di Mogol, Serenella. Il brano parla di un tradimento. Un colpo di fulmine e un momento di passione che poi finiscono. Il protagonista della storia capisce quanto un’avventura di una notte non possa compensare i sentimenti di un grande amore. Mogol in un’intervista spiega: “L’intenzione era quella di dare un esempio di ciò che ti prende per una persona una sera, e poi rendersi conto del confronto per il bene profondo di anni, e queste cose non possono essere messe a confronto:uno è un lampo, l’altro è la luce“.

Riascoltiamo insieme la due versioni, quella iniziale e quella che tutti conosciamo: