Sei anni senza Pino Daniele

Esattamente sei anni fa ci lasciava Pino Daniele, un pezzo di storia della musica d’autore italiana.
Oggi sono molti i colleghi e altri artisti che lo ricordano sui canali social, così come fa la famiglia ripercorrendo le emozioni di quel giorno:

“Il 4 gennaio 2015 fu una lunga notte,
il suono della pioggia copriva il rumore che c’era,
anche l’acqua ne conserva memoria,
lacrime che materializzano emozioni e sentimenti,
la salinità lascia la scia in cui ci raccogliamo per viverne ancora il dolore,
dolore, che ci tiene ancora per un istante stretti a te”

Queste le parole dei figli più grandi di Pino Daniele, accompagnate da un video del padre mentre si esibisce in “Dammi una seconda vita” nel 2004 nella sua amata Napoli.

Il cantautore rimarrà per sempre uno dei più grandi interpreti della musica d’autore italiana così come un simbolo della sua terra natale (Napoli), che gli ha dato emozioni e ispirazioni durante la sua carriera. Indimenticabili saranno i suoi progetti di fondere la tradizione napoletana con altri generi presi dalle sue passioni, come il jazz e il blues, in canzoni come “Napule è“, “Je so’ pazzo“, “A me me piace ‘o blues“, “Na tazzulella ‘e cafè“.

(Fonte immagine in evidenza: Facebook/Pino Daniele Trust Onlus)